MASSERIA DI MARE IN SALENTO

Masseria Fontanelle si trova nei pressi di Ugento, tra Gallipoli e Santa Maria di Leuca, sull’estremità meridionale dello splendido promontorio delle serre Salentine, dal quale è possibile ammirare la magia dello Ionio e respirarne l’aria profumata dal sale e dalla variegata macchia mediterranea. Immersa in una meravigliosa pineta facente parte del Parco Naturale Regionale Litorale di Ugento, dista appena 800m dalla paradisiaca spiaggia di finissima sabbia bianca che nei suoi oltre 12 km di estensione viene accompagnata da grandi dune protette ed è stata ribattezzata Maldive del Salento per le tonalità di blu e turchese delle sue acque cristalline.

Cenni storici sulla Masseria Fontanelle

Le masserie in Salento sono storicamente grandi abitazioni, spesso ricoperte di calce bianca, che costituivano il fulcro della comunità rurale, la cui vita era scandita dai ritmi della terra di una terra feconda che dà vita alle grandi distese di ulivi, ai delicati mandorli in fiore e alle infinite piantagioni di verdure e ortaggi che colorano e rendono unica la campagna Salentina.

Il nucleo storico di Masseria Fontanelle, che per secoli fu sede di un convento, risale al XV secolo e il suo nome deriva dai terreni di sua pertinenza, distinti con il nome di “9 Fontane”.

Nel 1600 la masseria, posseduta dal monastero delle monache benedettine di Ugento, sotto il badessato di Donna Maria Crocefissa Gaballo, Gentildonna di Ugento, divenne dimora di contadini e coloni del posto. Nel 1762, sotto il badessato di Donna Maria Filippa Dias del Gado, si diede inizio all’opera di smacchiamento e allo spietramento della zona. Successivamente, con la soppressione del monastero, i beni furono acquisiti da Donna Caterina Sensio e pervenuti poi alla famiglia Colosso per successione.

Dal 2008 Ugento è stata riconosciuta come Città d’Arte dalla Regione Puglia, mentre il Parco Naturale Regionale “Litorale di Ugento” è considerato Sito d’interesse Comunitario della Rete Natura 2000 dell’Unione Europea, riconoscimenti che attestano la tutela e valorizzazione del territorio, dalla natura al patrimonio storico artistico.

Iscriviti alla newsletter